Cure e rimedi naturali

mercoledì 6 febbraio 2013

Piante officinali

Una volta introdotte in un organismo le piante officinali svolgono un'azione farmacologica, anche blanda. Achillea millefolium, Artemisa genipi Weber, Gentiana Lutea L.,Thymus vulgaris sono solo alcuni dei nomi latini delle più conosciute piante officinali. Collocate tra scienza e tradizione, le piante officinali dovrebbero essere utilizzate seguendo un classico aforisma greco: «Prima la parola, poi la pianta e solo in ultimo il coltello»; la fitoterapia, dopo il dialogo con il paziente, è un valido aiuto nel percorso della cura, perché fornisce ricette naturali, piuttosto antiche, lontane dall’industria farmaceutica o erboristica. Un decotto di timo, ad esempio, è un formidabile antisettico, mentre il cataplasma di fico favorisce la maturazione degli ascessi e la cicatrizzazione delle ferite, o gli impacchi a base di pungitopo, acerrimi nemici della cellulite. Passiflora o biancospino contro l'insonnia, salice e rosmarino contro i dolori reumatici e così via... http://www.cure-naturali.it

Una pianta medicinale, secondo la Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), è un organismo vegetale che contiene in uno dei suoi organisostanze che possono essere utilizzate a fini terapeutici o che sono i precursori di emisintesi di specie farmaceutiche.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001.