Cure e rimedi naturali

giovedì 24 maggio 2012

Rimedi contro la pancia gonfia

Vi guardate allo specchio e non vi sentite in forma. Gli abiti "tirano" nei punti critici, e dopo i pasti sentite la pancia gonfia come un palloncino.
Non andate in bagno con regolarità e a fine giornata piedi e gambe sono gonfie: è tempo di trovare un rimedio. Fatta nel modo corretto una dieta disintossicante può giovare al corpo e alla mente. C’è infatti una componente psicologica nella pulizia, un po' come se schiacciassimo il tasto di reset nel nostro corpo, afferma la guru del wellness Alyacea Ungaro, amatissima dalle dive di Hollywood. Dieta e non solo: dai bagni di sale a metodi antichi come l'ayuveda o l'agopuntura, per sentirsi più leggere e pulite.


AGOPUNTURA
Questa pratica nata 5mila anni fa cura dai problemi della pelle alle indigestioni. Anche chi soffre di stitichezza e gonfiore può ritrovare rapidamente la propria regolarità. Gli agopuntori individuano la tossicità esaminando le lingue dei pazienti e in base al colore riescono a capire lo stato degli organi interni. In base a quello vengono inseriti dei sottili aghi in determinate zone del corpo a scopo di ristabilire gli equilibri energetici.

CARBONE
Per centinaia di anni i giapponesi hanno utilizzato il carbone derivato dalla combustione di legno bianco per assorbire diverse sostanza, dal veleno al reflusso di cibo che provoca l’imbarazzante problema dell’alito cattivo. I suoi pori, infatti, assorbono gas e tossine. Il carbone vegetale, in pastiglie o capsule, è ottimo per combattere il gonfiore addominale e il meteorismo, disturbi che si verificano dopo il pasto e si accentuano la sera specialmente dopo aver mangiato molto.

CAFFÈ
Se associate a una dieta corretta, il caffè (come il the) può fornire un valido aiuto per il dimagrimento, poiché in grado di stimolare il metabolismo basale. La caffeina è inoltre utilizzata nei cosmetici, dalle creme ai patch, per trattare le adiposità localizzate e l’odiosa buccia d’arancia. Ottimo per il drenaggio linfatico e per combattere la cellulite.

SALE
Il sale combatte le infiammazioni e produce ioni negativi, particelle disperse nell’aria in grado di regalarci benessere (ecco perché l’aria di mare fa bene). Un bagno di sale due-tre voltre alla settimana aiuta a combattere la cellulite ed eliminare le tossine, ammorbidisce la pelle. Va benissimo il sale da cucina raffinato, meglio ancora il sale marino integrale. Si scioglie il sale nella vasca da solo o con l’aggiunta di alghe e oli essenziali.

AYUVEDA
Quest’antichissima tecnica cura disturbi come l’acne, ultilizzando oli essenziali che purificano la pelle e la liberano dalle tossine. La mandola è ideale per restituire le sostanze nutritive del derma, l’aloe vera è uno dei vegetali più efficaci per curare questo antiestetico disturbo e rimuovere cicatrici. Anche il bergamotto è un toccasana, così come il legno di sandalo.

INFRAROSSI
Il calore prodotto da questi raggi è un alleato della salute fisica e psicologica. Si tratta di una tecnica utilizzata anche nelle strutture ospedaliere. Il calore penetra nella pelle riscaldando direttamente il corpo anziché l’aria circostante. I pori della pelle si aprono, liberandosi da cellule morte e tossine. Il battito cardiaco aumenta e i vasi sanguigni si dilatano. Perfette le cabine di legno, dove godere di un’atmosfera rigenerante.

Libero News

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001.