Cure e rimedi naturali

giovedì 13 ottobre 2011

Aiuto al colesterolo dalle scorze degli agrumi

Gli agrumi ci aiutano a partire con più sprint la mattina, ad affrontare con una marcia in più la giornata. Ma gli effetti benefici delle arance non si esauriscono in un bicchiere di spremuta. La scorza, per esempio, come quella dei mandarini, mandarini contiene sostanze in grado di abbassare i livelli colesterolo “cattivo” (Ldl), che potrebbero essere utilizzate per ridurre il rischio cardiovascolare con risultati anche migliori rispetto ai rimedi tradizionali.

Lo rivela uno studio americano-canadese pubblicato sul Journal of Agricultural and Food Chemistry. I primi esperimenti sui criceti dimostrano, infatti, che i composti contenuti nella buccia degli agrumi (flavoni polimetossilati o PMFs) non influenzano le concentrazioni di colesterolo “buono” (Hdl) e non hanno effetti collaterali. Secondo gli autori, sembrano quindi preferibili alle statine e ad altri farmaci anti-colesterolo, che possono danneggiare fegato e muscoli.

Elzbieta Kurowska della società KGK Synergize, in collaborazione con il Citrus and Subtropical Products Laboratory dell'US Department of Agriculture di Winter Haven, ha analizzato gli effetti di due dei principali PMFs presenti in arance e mandarini, la tangeretina e la nobiletina. I dati raccolti suggeriscono ai ricercatori che “questi PMFs hanno un potente effetto anti-colesterolo, forse anche superiore a quello dei farmaci”. Abbassano i livelli del colesterolo del 32-40%, probabilmente inibendo la sintesi di grassi (colesterolo e trigliceridi) nel fegato.
Kurowska spiega che i PMFs sono presenti anche nel succo degli agrumi, ma in concentrazioni molto basse: per riuscire ad assumerne quantità terapeutiche sarebbe necessario berne più di venti bicchieri al giorno. Negli Usa tangeretina e nobiletina sono già in commercio come integratori alimentari.

Ma l’arancia e anche protagonista di trattamenti di bellezza soprattutto per le pelli stanche e devitalizzate. Emulsioni e gel a base di succo di questo frutto si applicano sul viso e si lasciano agire. In questo modo le sostanze a base di vitamina C agiranno sul viso lasciandolo immediatamente liscio e vellutato. Dall’arancia si ricava anche l’olio essenziale che può essere utilizzato per attenuare stati ansiosi, nervosismo, palpitazioni e spasmi cardiaci. http://staibene.libero.it/

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001.