Cure e rimedi naturali

giovedì 25 agosto 2011

Stimolare il metabolismo con rimedi naturali

Un meccanismo decisivo per dimagrire è riuscire a trasformare in energia tutte le calorie introdotte, in modo che non si vadano a immagazzinare come grasso superfluo. È il nostro metabolismo (l’insieme dei processi fisiologici attraverso i quali l’organismo trasforma in energia ciò che viene introdotto con l’alimentazione) che provvede a farlo. Se riusciamo a mantenerlo pienamente efficiente, il peso si regolarizza. Per favorire il processo di dimagrimento, è possibile ricorrere anche ad alcuni rimedi naturali, capaci di stimolare il metabolismo e di consentire di consumare meglio e più velocemente le calorie. Scopriamo insieme tre rimedi brucia grassi molto efficaci…

KOMBU
È un’alga laminaria, uno dei rimedi più efficaci nella lotta contro i chili di troppo. Questo vegetale marino, infatti, placa il senso di fame, migliora la digestione, previene la stitichezza e mantiene regolato il tasso di zuccheri e di grassi nel sangue. Assunta sotto forma di integratore in capsule, favorisce l’attività di molti enzimi del fegato e del pancreas, e grazie alla sua ricchezza di iodio regolarizza il metabolismo generale, stimolando la lipolisi (effetto brucia-grassi) e apportando sali minerali e vitamine antiossidanti. Inoltre, incrementa la produzione di elastina e collagene, migliorando l’elasticità cutanea.



Come si assume

Si assume l’estratto secco titolato (450 e 600 mg al giorno) al mattino e nel primo pomeriggio. Per vedere qualche beneficio il trattamento deve essere di almeno due settimane. Sospendere il trattamento dopo 2-3 mesi.

Controindicazioni

Questo rimedio è sconsigliato a chi soffre di ipertensione e a chi assume ormoni tiroidei.





BACCELLO DI FAGIOLO

Il seme del fagiolo ha un involucro, il baccello, ricco di fibre di cellulosa, pectine, tannini e flavonoidi, (faseolamina) che, nell’intestino, hanno la proprietà di rallentare l’assorbimento degli zuccheri. Ciò permette di limitare l’apporto calorico e di evitare i picchi glicemici che fanno immagazzinare adipe e quindi chili superflui. Ha, inoltre, un’azione diuretica, utile in caso di ritenzione idrica e cellulite.

Come si assume

Si consiglia l’assunzione di 2 capsule dieci, venti minuti prima del pranzo o della cena. I preparati a base di baccello di fagiolo possono causare disturbi gastrointestinali, quindi se ne consiglia l’assunzione per brevi periodi (30-40 giorni al massimo).

Controindicazioni

Non usare in caso di gravidanza e ulcera gastroduodenale.



CITRUS AURANTIUM

Il Citrus aurantium (l’arancia amara), pianta già usata nella medicina cinese, contiene una rara composizione di catecolamine (sinefrina, N- metiltiramina, hordenina, octopamina, tiramina), che la capacità di risvegliare il metabolismo grazie a un’azione termogenica, che consiste nell’usare alcuni grassi depositati prevalentemente nel fegato e nel tessuto adiposo per produrre calore. Abbinato a una dieta con un apporto calorico contenuto e a uno stile di vita dinamico, il Citrus aurantium diventa, quindi, un ottimo aiuto che consente di riequilibrare il rapporto fra massa magra e massa grassa, migliorando anche la tonicità muscolare. Non solo. Agisce anche sul senso di fame e sulla digestione, migliorandola.

Come si assume

I dosaggi dell’estratto secco di arancio amaro con titolazione al 6% di sinefrina sono di 200-400 mg, prima dei pasti principali, in capsule o compresse, da assumere con abbondante acqua.



Controindicazioni

Va evitato in gravidanza, durante l’allattamento, in caso di ipertensione e problemi cardiovascolari.
http://obiettivobenessere.tgcom.it

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001.