Cure e rimedi naturali

domenica 28 agosto 2011

I mirtilli fanno bene alle ossa

Ossa fragili? Fratture facili? Forse un aiuto Potrebbe arrivare dai mirtilli. Ad affermarlo è uno studio, per ora condotto preliminarmente in animali da laboratorio, pubblicato sulla rivista Journal of Bone Mineral Research da parte dei ricercatori dell'Arkansas Children's Nutrition Center di Little Rock (Stati Uniti). I mirtilli, frutti tipici del sottobosco, possiedono un enorme quantitativo di sostanze antiossidanti in grado di prevenire patologie cardiovascolari, proteggere dai tumori e addirittura ritardare il naturale processo di invecchiamento. Capacità straordinarie a cui oggi dobbiamo aggiungere probabilmente anche quella di fare bene alle ossa.

Largo ai mirtilli contro l'osteoporosi

Uno dei problemi che maggiormente affligge le donne in menopausa è l'osteoporosi. Questo disturbo causa la progressiva perdita del volume delle ossa rendendole così più fragili e facilmente fratturabili. Una sana e corretta alimentazione lungo tutto l'arco della nostra vita però potrebbe aiutarti a prevenirla. In che modo? Mangiando i mirtilli! Lo studio dei ricercatori statunitensi ha infatti dimostrato che gli animali sottoposti ai test, se nutriti regolarmente con un estratto liofilizzato di mirtilli, hanno una massa ossea nettamente maggiore rispetto a quelli nutriti senza l'estratto. In particolare il merito sembrerebbe essere dei polifenoli contenuti nel frutto. I ricercatori infatti hanno dimostrato che, l'esposizione delle cellule responsabili della formazione del tessuto osseo (osteoblasti) ai polifenoli di mirtillo, è in grado di accelerare la formazione di cellule ossee sane e mature.
http://www.riza.it/

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001.