Cure e rimedi naturali

venerdì 20 maggio 2011

Borragine e ortica per depurarsi

La bella stagione porta con sé, oltre al caldo, anche l’esigenza di depurarsi delle tossine accumulate durante l’inverno (con la vita sedentaria, l’abuso di cibi calorici, ecc…) e rifornire l’organismo di Sali minerali e vitamine. Come sempre dalla natura arriva un aiuto prezioso; in questo periodo si trovano facilmente borragine ed ortica, veri alleati per il nostro benessere.
La borragine è una pianta molto comune che si ritrova ovunque, con i suoi magnifici fiori blu dagli stami quasi neri: nei prati incolti, nei bordi delle strade, lungo i muretti, nei giardini, tra le macerie, ecc. fino a 1000 m di altitudine. Si suppone che sia originaria del Medio Oriente ma oramai è naturalizzata in quasi tutto il mondo. Ha molte proprietà: è diuretica ed emolliente, utile per le affezioni bronchiali leggere, ottimo depurativo del sangue, è sudorifera, atta al drenaggio cutaneo. E' ricca di minerali essenziali come il calcio ed il potassio, l'acido palmitico e gli acidi grassi essenziali, gli Omega-6, necessari alla corretta funzione cardiovascolare, ed alla salute della pelle e delle unghie. Per il suo alto contenuto di minerali, purifica il sangue, è diuretica, agisce sul fegato, è disintossicante aiuta ad eliminare le tossine, ed il muco bronchiale e polmonare, è antidepressiva, antiinfiammatoria, aiuta anche nei casi di affezioni polmonari, indicata nel raffreddore e nell'influenza, nelle convalescenze, emolliente, agisce sul sistema immunitario, si chiama anche "erba della allegria" perché in gallese "llawenlys" significa erba della contentezza, in celtico la parola borrach invece, significa coraggio, gli antichi la usavano per dare coraggio e forza ai guerrieri. L'ortica è una delle più importanti piante medicinali Il suo potere depurativo è notevolissimo, inoltre essa contiene ferro per cui esercita una funzione antianemica ed è particolarmente indicata per le cure ricostituenti primaverili. Per mantenere intatti i principi attivi della pianta è bene solo scottare i germogli, senza farli bollire a lungo.
L’ortica è una vera miniera: contiene proteine, sostanze azotate, aminoacidi essenziali, istamina, glucidi, acido formico, acido acetico, sitosterolo, carotenoidi, caroteni, vitamine, acido pantotecnico B-2, vitamine C, D, K, E, acido folico, ceneri, calcio, manganese, magnesio, ferro, sodio, potassio, tannini, mucillagini, vitamine del gruppo B clorofilla, xantofilla. Come accennato è un ottimo ricostituente e rimineralizzante (per questo fa così bene a cuoio capelluto e capelli), attiva le funzioni digestive, ha una azione tonificante, ricostituente ed è indicata anche nelle diete dimagranti.

Preparazioni: 
Borragine 1.Infuso di borragine: con la borragine appena colta si può preparare un infuso immergendo le foglie di borragine in acqua bollente, aggiungendo a piacere foglie di carciofo, tarassaco o cardo mariano, che potenziano la funzione depurativa della borragine stessa.
Tintura vinosa di borragine: poiché quando si va a cogliere la borragine nei campi, si esagera spesso con le quantità, per conservare le foglie che non abbiamo utilizzato per l’infuso, possiamo preparare una tintura vinosa. Per fare ciò, mettiamo a macerare la borragine in un barattolo con del vino tipo marsala (la proporzione è 1 a 10, ovvero per 10gr di borragine, utilizziamo 100 ml di vino). Lasciamo riposare per 15 giorni circa proteggendo dalla luce e agitando di tanto in tanto. Alla fine dei 15 giorni, filtriamo il composto ottenuto e ne prendiamo un cucchiaio al giorno.In questo modo possiamo sfruttare le virtù depurative della borragine anche quando non ne abbiamo di fresca a disposizione. Ortica 1.Integratore idrosalino naturale: per sfruttare appieno le virtù rimineralizzanti dell’ortica possiamo preparare un integratore idrosalino. È molto semplice: in un litro di acqua oligominerale facciamo sobbollire 100gr di foglie di ortica per 1 minuto circa (la bollitura o l’essiccamento eliminano il potere urticante dell’ortica). Una volta raffreddato questo “decotto”, lo filtriamo e aggiungiamo del miele e dele limone che apportano alla bevanda vitamina c e fruttosio.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001.