Cure e rimedi naturali

mercoledì 3 novembre 2010

Rimedi della nonna....funzionano sempre?

Febbre — Vino cotto con un pizzico di zucchero e uno di cannella. Al posto del vino potete usare latte o acqua e lo zucchero si può sostituire con il miele. L'ideale è berlo alla sera, prima di andare a letto, dormendo ben coperti: favorisce la sudorazione e prepara una notte di sonno sereno. Latte bollente con due dita di cognac e due cucchiai di miele da prendere prima di andare a letto. Il latte contiene sostanze saline, energetiche e rilassanti e inoltre reidrata la persona che suda; il cognac favorisce la traspirazione e la dispersione del calore benché all'inizio scaldi; il miele infine contiene sostanze energetiche e antinfettive naturali.

Naso chiuso — Il suffumigio: si respirano a fondo i vapori di una pentola in cui all'acqua bollente avete aggiunto salvia o fiori di camomilla o eucalipto per decongestionare le mucose nasali. I vapori vanno respirati per 5-10 minuti: basta avvicinare il capo (coperto da un asciugamano in modo da non disperdere il vapore) a circa 20 cm dal recipiente, per due massimo tre volte al giorno.

Tosse — Bevete tutte le sere dopo cena una tisana a base di timo, eucalipto e menta, dolcificata con il miele. Le banane alleviano il fastidio della tosse notturna, così come bere il succo di un limone con un cucchiaio di miele. Anche le patate la calmano: avvolgete le patate lesse in un panno di cotone e schiacciatele, ponete il sacchetto sul petto (controllando la temperatura) e ricopritelo con dei panni.

Mal di gola — Fate bollire due bastoncini di liquirizia in poca acqua, assieme a due foglie di alloro e bevete questo infuso tiepido, dopo aver aggiunto un cucchiaio di miele. Utile anche fare gargarismi con succo di due limoni diluiti in mezzo bicchiere d'acqua e sale oppure con un infuso di acqua bollente e foglie di basilico fresco.

Mal di testa — Tagliate delle fette di patata e mettetele sulla fronte fermate con un foulard possibilmente di seta. In alternativa, passate un po’ di olio di lavanda sulla fronte. Ha una azione rilassante.

Raffreddore — Per farlo passare bevete molta acqua per impedire la disidratazione e mantenere il muco ben fluido. Una o due volte al giorno è ottimo consumare una spremuta di agrumi ricca di vitamina C, addolcita con un cucchiaio di miele.

Raucedine — Bevete durante la giornata un centrifugato di carote fresche ed un cucchiaino di miele.

Mani e labbra screpolate — Tenete le mani a bagno per cinque minuti in acqua dove sono state bollite alcune foglie di lauro, noce, nocciolo e sedano. Massaggiatele poi con una crema idratante. Le labbra screpolate tornano di nuovo belle morbide se le si spalma con abbondante miele.

Dolori alle orecchie — Lessate delle cipolle, quindi avvolgetele in un panno e mettetele sull’orecchio.

Dolori artrofisici — Fate degli impacchi di cavolo bianco: lessate il cavolo, schiacciatelo o frullatelo, quindi riempite degli strofinacci di cotone e poneteli sulla parte dolorante.

Convalescenza — Per recuperare le forze è consigliata un'insalata di cavolo condita con succo di limone, olio, aceto di mele, peperoncino, miele, pinoli, sesamo e mandorle. Mangiate pomodori crudi molto maturi o berne il succo.

Prevenzione — Per prevenire ogni tipo di raffreddamento, è utile il peperoncino: fate bollire a fuoco lento in 250 ml di acqua, per circa 10 minuti, mezzo cucchiaino di peperoncino in polvere. Dopo avere filtrato, si ottiene una miscela da consumare nella misura di un cucchiaio sciolto in mezzo bicchiere di acqua calda.

Mabel Bocchi http://www.gazzetta.it/

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001.