Cure e rimedi naturali

lunedì 25 ottobre 2010

Mirto contro tosse e raffreddore

Le virtù del mirto sono note dall'antichità


Il mirto è una pianta celebre sin dall'antichità, sia perché ricca di virtù terapeutiche, sia perché gli eroi della mitologia greca venivano rappresentati con il capo agghindato con le sue foglie: il mirto era una dunque pianta legata alla bellezza, ma anche alla gloria e all'eroismo. Le proprietà curative del mirto sono molteplici, ma in particolare le foglie sono ricche di principi attivi dalla notevole azione antisettica e balsamica. L'olio essenziale di mirto viene eliminato attraverso i polmoni e quindi, attraversandone i tessuti, ne combatte i processi infettivi.

Il mirto, una barriera per le infezioni da primi freddi

Basta osservare la struttura delle foglie del mirto per notare quanto siano dure e pungenti come artigli: sono foglie "da difesa", capaci di tutelare la pianta e i suoi frutti. Allo stesso modo contengono sostanze adattissime a sostenere l'azione autunnale del sistema immunitario che ha proprio il compito di difendere il nostro organismo dai malanni di stagione, l'influenza, la tosse, le bronchiti... L'olio essenziale di mirto infatti, come suggeriscono i vecchi trattati di erboristeria, è un toccasana per il nostro apparato respiratorio.

Olio essenziale di mirto: modi d'uso

- L'olio essenziale di mirto si può usare in forma preventiva, per tenere disinfettate le vie respiratorie, posizionando un vaporizzatore nella stanza in cui sostiamo abitualmente con 10-15 gocce di olio essenziale. Mantenete in funzione il vaporizzatore anche la notte, nella camera da letto, per proteggervi durante il riposo, e in particolare usate questo sistema con bambini e anziani.

- Se invece siete già vittime di una infreddatura, o avete la bronchite, potete frizionare delicatamente 1-3 gocce d'olio essenziale di mirto (diluite in un cucchiaio di olio di mandorle) sul petto, facendo così in modo che svolgano un'adeguata azione mucolitica ed espettorante. Contemporaneamente preparate un decotto di foglie (mettete in 1/2 litro d'acqua 7 g di foglie secche di mirto: fate bollire e filtrate) e bevetene 4-5 tazze durante la giornata.

- Non dimenticate i suffumigi, vecchio ma sempre utile rimedio della nonna, da utilizzare soprattutto quando a essere interessate sono le vie aeree superiori, quando cioè abbiamo il naso chiuso. Mettete 2-3 gocce di olio essenziale di mirto in un contenitore ricolmo di acqua bollente e dopo esservi coperti il capo, respirate per 4-5 minuti, ripetendo l'operazione un paio di volte al giorno sino a risultato ottenuto.

http://www.riza.it/benessere

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001.