Cure e rimedi naturali

lunedì 5 luglio 2010

Rimedi naturali per le gambe e i piedi gonfi.

Un toccasana per la circolazione sono i bioflavonoidi sostanze preziose per il benessere dei vasi sanguigni e per la circolazione. Ne troviamo in buona quantità in tutti i frutti di bosco da inserire nell’ alimentazione: mirtillo, ribes, mora ma anche nell’ uva e nel tè verde.
Ma si può anche passare in erboristeria e acquistare estratti per infusi da fare a casa per migliorare la circolazione delle gambe e limitare il gonfiore e la ritenzione idrica. Eccone alcune:
- Tè Aromatico: si ottiene da un infuso di foglie di rovo mescolate con foglie di lampone
- Infuso di mirtillo: in un litro di acqua bollente mettete in infusione per 15 minuti 20 grammi di foglie di mirtillo. Filtrare e bere due tazze al giorno per 15 giorni.

Oltre a questi infusi, sono molte le piante che possono essere utili per combattere la ritenzione idrica, la cattiva circolazione, da sole o in associazione fra loro: Betulla, Orthosiphon (detto anche The di Giava), Pilosella, Ortica, Equiseto, Edera, Tarassaco, Ippocastano, Amamelide, Centella asiatica e Rusco.
Si trovano in erboristeria sotto forma di tintura madre, compresse, o essiccate per la preparazione di infusi e tisane.

Pediluvio alle erbe contro la stanchezza delle gambe:
preparare una miscela di erbe composta da camomilla romana, foglie di amamelide, fiori di lavanda, foglie di rosmarino. Portare ad ebollizione circa 2 litri d’acqua, versare una manciata di erbe, lasciar riposare coperte per circa cinque minuti. Filtrare e unirla alla bacinella dove si intende fare il pediluvio.

Impacchi per combattere il gonfiore delle gambe:
Far bollire per 15 minuti, 100 grammi di foglie d’edera in un litro d’acqua. Con il decotto ottenuto fare impacchi caldi.

http://www.mondobenessereblog.com/

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001.