Cure e rimedi naturali

lunedì 4 gennaio 2010

Qualità del Tè Verde

Da più di due secoli il tè è oggetto di ricerche volte a identificarne i misteri chimici, ovvero quelle straordinarie capacità terapeutiche che già nell’antichità erano, se non comprese, quantomeno intuite.


Si cominciò nel 1827 con la scoperta della teina da parte del francese Jean-Baptiste Oudry. Da allora, vengono periodicamente scoperte nel tè sostanze incredibilmente compatibili con quelle prodotte dal corpo umano, come tannini, metilxantine, polifenoli, caffeina, vitamine, oligoelementi, carboidrati e amminoacidi.

Questo spiega il perché del rapido assorbimento corporeo del tè. Ma ce n’è uno che, più di tutti gli altri, ha dimostrato di agire direttamente sul sistema immunitario, nervoso, sanguigno e digestivo, ed è il tè verde.

L’elenco dei suoi componenti benefici è davvero impressionante:

•Fosforo. È il carburante delle cellule per eccellenza

•Manganese. Stimola il metabolismo degli zuccheri e il funzionamento del cervello

•Potassio. Agisce sul sistema nervoso e cellulare

•Fluoro. Favorisce l’assorbimento del ferro, previene la carie

•Rame. Indispensabile per la sintesi dell’emoglobina, è analgesico e antinfiammatorio

•Sodio. Utilissimo in caso di sforzi eccessivi o di calore intenso

•Catechina. Antivirale, antimutagena, ipotensiva, previene le infezioni

•Teina. Svolge un’azione defatigante, stimola il sistema nervoso e il ritmo cardiaco

•Clorofilla. Regola l’ossigenazione, è disinfettante e deodorante

•Fibre. Abbassano il colesterolo cattivo e favoriscono il transito intestinale

•Emicellulosa. Riduce i livelli di glicemia nel sangue

•Flavonoidi. Conferiscono elasticità ai vasi sanguigni, aumentano la resistenza al dolore, abbassano la pressione arteriosa,regolano il sistema ormonale e sono calmanti e antistress

•Vitamina A. Protegge e irrobustisce occhi, pelle e mucose

•Vitamine del gruppo B. regolano il sistema nervoso e caridaco, partecipano alla rigenerazione delle cellule

•Vitamina C. Rafforza, rinvigorisce e aumenta le difese immunitarie dell’organismo

•Vitamina E. Antiossidante, combatte l’invecchiamento e la sterilità

•Vitamina K. Fondamentale nel processo di coagulazione del sangue, regola il transito intestinale
 
University Graduate School of Biomedical Engineering di Sendai e pubblicato sulla rivista American Journal of Clinical Nutrition.


I ricercatori hanno seguito 1058 pazienti, di circa 70 anni e sono andati a studiare la correlazione fra consumo di te verde e sintomi depressivi: già molti studi, infatti, hanno trovato un legame fra consumo di te verde e salute psicologica.

488 partecipanti allo studio hanno dichiarato di bere 4 o più tazze di te verde al giorno, 284 da 2 a 3 tazze al giorno e 286 una o nessuna tazza al giorno.

I pazienti che bevono 4 o più tazze di te verde al giorno hanno un 44% di probabilità in meno di soffrire di depressione rispetto ai pazienti che bevono 1 o nessuna tazza di te verde al giorno.

Non è stata trovata alcuna correlazione, invece, fra comparsa dei sintomi depressivi e consumo di te nero o caffè.

Per eliminare le tossine accumulate con gli eccessi estivi, puoi contare su un alleato formidabile: il tè verde.


Questa bevanda, di antica origine orientale, contiene tutto quello di cui hai bisogno per perdere peso: è diuretico, abbassa trigliceridi e colesterolo, migliora la flora batterica e contiene dosi così elevate di vitamine, che con poche tazze potrai coprire l’intero fabbisogno giornaliero.

Infine, il tè verde ha la capacità di accelerare il metabolismo, aumentando così la velocità con cui l’organismo brucia i suoi grassi. E combatte perfino l’invecchiamento, perché contiene antiossidanti con un’efficacia di ben 20 volte superiore a quella della vitamina E!

Per depurarti e perdere in un solo mese i chili di troppo, quindi, il segreto è abbinare il tè verde a una dieta ipocalorica bilanciata. Bevine almeno un litro al giorno, senza zucchero, soprattutto nella prima parte della giornata.

Per potenziare i suoi effetti, puoi abbinarlo con le fibre (crusca e cereali integrali) per favorire il transito intestinale, con la cannella per regolare la glicemia, con le erbe per migliorare la funzionalità intestinale e con il lievito di birra per potenziare le sue proprietà dimagranti.

L’importante è che eviti di consumare, accanto al tè verde, caffè e cioccolato, che provocherebbero un eccesso di sostanze eccitanti.

Bevendo 4 o 5 tazze di tè verde al giorno, non solo aiuterai il tuo corpo a ritrovare la forma, ma anche a proteggersi dal rischio cardiovascolare, da alcune forme tumorali e dalla malattia di Alzheimer.

Sono sempre più numerose, infatti, le evidenze scientifiche che attribuiscono al tè verde queste proprietà benefiche sulla salute dell’uomo.

Recentemente, ad esempio, uno studio portoghese, pubblicato su Nutrition Research, ha esaminato l’effetto del consumo di 1 litro al giorno di tè verde sul profilo lipidico di 29 volontari sani di età compresa tra i 22 e i 63 anni.

Al termine del periodo di intervento, è stato osservato un notevole miglioramento nel profilo lipidico dei volontari: nel 90% dei soggetti i livelli di colesterolo cattivo LDL sono diminuiti di circa l’8,9%, mentre nel 69% dei partecipanti sono aumentati di circa il 4% i livelli di colesterolo buono HDL. Inoltre, dopo 4 settimane di consumo del tè verde, il rapporto colesterolo totale/HDL (uno dei più specifici fattori di rischio per le patologie cardiovascolari) si è ridotto del 6%.

http://www.sanihelp.it/news/scheda/6873.html

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001.